envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Cammino: cinque milioni di copie stampate

Cammino, il primo libro scritto da san Josemaría, ha superato cinque milioni di copie stampate. Dalla sua prima edizione, nel 1939, è stato tradotto in 51 lingue in 512 edizioni diverse.

Nel 1966, durante una intervista apparsa su Le Figaro, l’autore spiegava il processo di elaborazione di Cammino: «La maggior parte di questo libro l’ho scritta nel 1934, cercando di sintetizzare la mia esperienza sacerdotale per utilità delle anime di cui avevo cura, fossero o no dell’Opus Dei. Allora non pensavo davvero che, trent’anni dopo, questo libro avrebbe avuto una diffusione così grande: milioni di copie in tante lingue».

Consigliava di leggerlo «con un minimo di spirito soprannaturale, di vita interiore e di impegno apostolico. Non è un codice per l’uomo d’azione. Vuol essere un libro che induca a entrare in rapporto con Dio e ad amarlo, e a servire tutti gli uomini».

L’opera consta di 999 punti per la meditazione personale, nati dall’attività sacerdotale e dalla vita di orazione di san Josemaría. Affronta i diversi aspetti della vita cristiana: amore di Dio, carattere, apostolato, preghiera, lavoro e virtù.

Romana, Nº 61, Luglio-Dicembre 2015, pag. 310.